Contenuto principale

News dal CST

La contabilità economico-patrimoniale entra in vigore anche per gli enti più piccoli, l'art.2 del D.Lgs. n.118/2011 prevede che

" Le Regioni e gli enti locali di cui all'articolo 2 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n.267 adottano la contabilità finanziaria cui affiancano, ai fini conoscitivi, un sistema di contabilità economico-patrimoniale, garantendo la rilevazione unitaria dei fatti gestionali, sia sotto il profilo finanziario che sotto il profilo economico-patrimoniale."

Con il rendiconto 2017 anche i Comuni con popolazione inferiore a 5.000 ab. dovranno porre in essere gli adempimenti necessari per avviare la contabilità economico-patrimoniale che dovrà essere affiancata a quella finanziaria.

Si tratta di operazioni di carattere straordinario che comportano sia un approccio informatico sia il passaggio ai nuovi criteri previsti dall'ordinamento contabile.

Per maggiori informazioni clicca qui http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/e-GOVERNME1/ARCONET/

Con riferimento al Piano Triennale dell'Informatica nella pubblica amministrazione Pa Digitale propone un nuovo ciclo di webinar che approfondisce il percorso di trasformazione della PA attraverso la produzione, gestione, conservazione dei documenti informatici, degli atti e dei contratti digitali, gli strumenti per la comunicazione e l'erogazione dei servizi on line, gli strumenti per la gestione dell'Amministrazione Trasparente e l'attuazione degli adempimenti in materia.

Per consultare il programma clicca qui

L'Archivio di stato di Milano e la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Lombardia aderiscono all'iniziativa Domenica di carta, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, che prevede l'apertura straordinaria degli istituti di cultura per la valorizzazione del patrimonio culturale del Paese.

Domenica 8 ottobre, nel corso dell'intera giornata, sono previste visite guidate al patrimonio dell' Archivio di Stato.

Scarica il programma dettagliato dell'iniziativa qui

Per ulteriori informazioni clicca qui: http://www.archiviodistatomilano.beniculturali.it/index.php?it/21/news/238/domenica-di-carta

Il CST della Provincia di Lecco mette a disposizione gratuitamente agli Enti associati l'applicativo Anagrafe click, attivo dal 2008 e nato da un apposito progetto volto a consentire alle Forze dell'ordine la possibilità di accedere alle banche dati anagrafiche comunali con modalità semplificata.

La procedura di abilitazione, subordinata ad esplicita richiesta da parte delle Forze dell'ordine e alla conseguente autorizzazione del Sindaco in qualità di Ufficiale d'anagrafe, viene effettuata dal CST che assicura in tal modo coordinamento e uniformità delle procedure.

L'abilitazione è esclusivamente nominativa, quindi è indispensabile che nella richiesta siano indicati i nominativi della persona, o delle persone, per le quali si chiede l'abilitazione.

Aderire al progetto Anagrafe click consente risparmi al Comune e grande semplificazione per le Forze dell'ordine, che non dovranno più recarsi presso ogni singolo Comune per acquisire i dati anagrafici e con possibilità di accesso ai dati stessi 24 ore su 24.

Per richiedere l'abilitazione contattare direttamente i Comuni.

Nella seduta dell'8 settembre il Consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare le modifiche al decreto legislativo 82/2005, Codice dell'amministrazione digitale.

Il documento, che passa ora all'esame del Consiglio di Stato, modifica e integra alcune disposizioni del Codice per accelerare l'attuazione dell'agenda digitale europea.

Con questo intervento prosegue l'opera di razionalizzazione delle disposizioni del Codice per favorire l'interoperabilità tra i servizi pubblici, implementare la conservazione digitale dei documenti, rafforzare la cittadinanza digitale, valorizzare il patrimonio informativo pubblico e accrescere il livello di qualità dei servizi pubblici.

L'approvazione definitiva del documento è prevista entro 90 giorni.

Il testo del documento e ulteriori informazioni sull'iter di approvazione sono disponibili sul sito della Camera dei deputati (http://www.camera.it/leg17/682?atto=452&tipoAtto=Atto&leg=17&tab=2#inizio).

In relazione all'attivazione del sistema PagoPA, che consente i pagamenti elettronici da parte di cittadini e imprese, previsto dal Codice dell'Amministrazione digitale e dal Piano Triennale per l'informatica nella PA, Regione Lombardia propone il webinar gratuito dal titolo "Il supporto di Regione Lombardia agli Enti per PagoPA: il servizio MyPay, adesione e contributo regionale." che si terrà mercoledì 27 settembre dalle ore 12 alle 13.30.

Durante il webinar sarà presentata la soluzione Mypay, proposta dalla Regione per dare un supporto agli Enti nell'attuazione del sistema PagoPA.

Per iscrizioni clicca qui

Il 14 giugno 2017 è stato emanato il Decreto del Ministero dell'economia e delle finanze relativo alla sperimentazione e all'avvio a regime di SIOPE+ per gli enti territoriali. Il Decreto prevede l'avvio della sperimentazione delle procedure per un gruppo limitato di Enti e banche dal 1' luglio 2017. Con successivo decreto la sperimentazione potrà essere estesa ad altri Enti dal 1' ottobre 2017.

L'avvio a regime è previsto per il 1' gennaio 2018 per regioni, province e comuni, attraverso un rilascio scaglionato nel corso dell'anno, in relazione alle diverse tipologie di Enti.

L'obiettivo di SIOPE+ è favorire il monitoraggio del ciclo completo delle entrate e delle spese della pubblica amministrazione e consentire il controllo automatico dei debiti commerciali e dei relativi tempi di pagamento.

L'attuazione delle disposizioni e regole tecniche del sistema prevede l'obbligatorietà dell'ordinativo informatico.

Per maggiori informazioni:

http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/e-GOVERNME1/SIOPE/SIOPE/

La normativa europea definisce il modello e gli elementi fondamentali della nuova fattura elettronica europea.

Tutte le pubbliche amministrazioni europee dovranno accettare in futuro le fatture emesse in conformità con il modello semantico previsto dalla normativa.

In linea con il recente Piano triennale per l'informatica nella PA il formato Fattura PA si affiancherà al nuovo formato europeo.

Dal mese di novembre 2018 tutti i soggetti interessati potranno adottare la fatturazione elettronica europea grazie all'integrazione che potrà essere fatta con lo SDI (Sistema di Interscambio).

Per imprese e professionisti l'utilizzo del nuovo formato consentirà risparmi gestionali grazie all'integrazione di tutti i cicli aziendali (acquisti, fatturazione, consegna e pagamenti) e la possibilità di scambiare fatture in contesto nazionale, transfrontaliero e anche con soggetti al di fuori dell'Unione Europea.

Per maggiori informazioni:

http://parer.ibc.regione.emilia-romagna.it/notizie/fattura-elettronica-il-recepimento-degli-standard-europei-nel-panorama-italiano

Il Piano triennale per l'informatica nella PA 2017-2019 è un documento di indirizzo strategico ed economico che definisce le linee operative e gli investimenti ICT per la trasformazione digitale della pubblica amministrazione.

Alcune fra le azioni innovative in programma sono:

- censimento del patrimonio ICT delle PA

- completamento dell'attivazione della carta d'identità elettronica

- comproPA:  definizione di regole tecniche e realizzazione di infrastrutture per l'interoperabilità tra i sistemi di e-procurement

- NoiPA: nuovo sistema di gestione del personale pubblico

- segnalazione incidenti informatici al CERT-PA

- adeguamento e migrazione dei data center

- realizzazione di poli di conservazione

- SIOPE+: un gruppo pilota di banche ed enti, individuato di concerto con le associazioni degli stakeholders, dovrà realizzare le modifiche procedurali necessarie per l’avvio della fase pilota.

Il documento completo in versione pdf o in versione navigabile è consultabile al seguente link: https://pianotriennale-ict.italia.it/

Lunedì 5 giugno dalle ore 10.00 alle 11.30 si svolgerà il webinar Autotutela e silenzio assenso tra amministrazioni. Un nuovo paradigma del rapporto tra amministrazione e cittadini.

Il tema dell’autotutela e silenzio assenso tra amministrazioni sarà trattato da Luigi Carbone Consigliere di Stato, Presidente Sezione consultiva per gli atti normativi del Consiglio di Stato.