Contenuto principale

Messaggio di avviso

Il Garante per la protezione dei dati personali, con provvedimento 513/2018 "Regole deontologiche per il trattamento a fini di archiviazione nel pubblico interesse o per scopi di ricerca storica" pubblicato sulla Gazzetta ufficiale lo scorso 15 gennaio, ha individuato regole e principi-guida di comportamento  per il trattamento di dati personali in relazione ai documenti conservati negli archivi.

Le regole deontologiche sono rivolte agli archivisti, ai soggetti che operano presso gli enti pubblici svolgendo funzioni archivistiche, agli utenti che per scopi di studio, informazione, di ricerca storica o nell'esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi effettuano trattamenti di dati personali contenuti nei documenti conservati presso gli archivi.

Le regole deontologiche si applicano anche nelle attività di acquisizione, gestione, conservazione, restauro degli archivi storici, correnti, di deposito degli enti pubblici.

Il provvedimento delinea i profili di liceità del trattamento di tali dati, che deve essere effettuato nel rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali e della dignità delle persone interessate, in particolare del diritto alla riservatezza e all'identità personale.

Consulta il documento completo.