Contenuto principale

Messaggio di avviso

cloud computingL'ultima ricerca presentata dall'Osservatorio del Politecnico di Milano (dicembre 2019) rivela che nel 2019 l'Italia è migliorata nel percorso di digitalizzazione.

Dice, invece, la classifica DESI-Digital Economy and Society Index che l'Italia è al quintultimo posto, con un ritardo in particolare nelle aree delle competenze digitali e dell'uso di Internet.

Guardiamo ai dati del Politecnico. Velocizzata la diffusione dell'Anagrafe nazionale della popolazione residente-Anpr che indica 4.300 Comuni nella piattaforma e 35 milioni di cittadini italiani coinvolti.

Quasi avvicinato l'obiettivo dei 150 milioni di pagamenti su PagoPa, previsto entro il 2020, che registra più di 63 milioni di transazioni effettuate e 15mila Amministrazioni pubbliche attive (anche se sono 4.200 quelle che hanno effettivamente ricevuto almeno un pagamento).

Rilasciate 13 milioni di Carte d'identità elettroniche-Cie al 21% della popolazione italiana.

Erogate 5 milioni di identità digitali tramite Spid; le identità danno accesso in a 4.200 servizi on line in oltre 4.000 Pa (il livello di effettivo utilizzo è, però, ancora limitato).

Oltre 140 milioni le fatture elettroniche verso la Pa e più di 1,5 miliardi fra privati. Il Fascicolo sanitario elettronico-Fse è attivo in tutte le Regioni, completamente operativo in 18, copre il 22% degli assistiti e oltre il 63% dei referti prodotti. Sono stati pubblicati più di 27.000 Open Data.