Contenuto principale

Messaggio di avviso

digitale 170711133758Si è concluso il 30 aprile il Progetto Prodigio (Procedimenti digitali innovazione open) realizzato nell'ambito del programma PON "Governance e capacità istituzionale" FSE-FESR 2014-2020, capofila Comune di Mazara del Vallo, al quale la Provincia di Lecco ha partecipato in qualità di partner insieme ai Comuni di Padova, Livorno, Merano, Perugia, Campobello di Mazara, Gragnano e alla Provincia di Brescia.

Il 15 maggio si è tenuta la video conferenza finale plenaria con la partecipazione del capofila Comune di Mazara del Vallo e dei partner con la condivisione dei risultati positivi raggiunti.

L'attività di progetto ha permesso la capitalizzazione, l'evoluzione e il trasferimento della best practice realizzata dal Comune di Padova che ha messo a disposizione degli enti partner la possibilità di approfondire e conoscere gli strumenti sviluppati e messi a disposizione a riuso per la gestione documentale e la standardizzazione dei procedimenti on line.

L’attività di progetto si è occupata di strategie dell’innovazione digitale; la transizione alla modalità operativa digitale comporta infatti la necessità di riprogettare, rivedere, riorganizzare i servizi per ricondurre le diverse azioni a una visione coordinata e strategica: l’innovazione digitale richiede un‘analisi concertata degli aspetti organizzativi e tecnologici di partenza per individuare gli asset su cui implementare l’attività per la standardizzazione delle procedure e della gestione documentale e dei procedimenti.

Diventa quindi fondamentale il funzionamento in digitale anche degli uffici di back-office e non solo del front-office, per garantire efficacia e economicità dell’azione amministrativa, promozione dell’accessibilità agli strumenti informatici e aspetti di comunicazione per mettere i cittadini nelle migliori condizioni possibili per utilizzare i servizi digitali. 

Dall’analisi iniziale della singola realtà di ciascun ente partner si è sviluppata la collaborazione e la ricerca in un’ottica di positiva collaborazione per favorire lo scambio di contenuti e esperienze, anche nella consapevolezza delle difficoltà comuni e degli ostacoli che tutti gli enti devono affrontare, con maggiori difficoltà per gli enti di piccole dimensioni e con ridotte capacità di budget.

La buona pratica Prodigio risponde alla necessità degli enti di implementare un percorso di semplificazione amministrativa e stimolare l'aumento della qualità dei servizi erogati all'utenza.