Contenuto principale

Messaggio di avviso

prevenzione corruzioneL’Autorità nazionale anticorruzione ha constatato, nello svolgimento delle proprie funzioni istituzionali, la prassi di alcune amministrazioni di adottare misure informatiche per impedire ai motori di ricerca web di indicizzare le pagine della sezione Amministrazione trasparente.

Indicizzazione pagine di Amministrazione trasparente

L’Anac ha richiamano le amministrazioni e gli Organismi Indipendenti di Valutazione al puntuale rispetto della normativa. Rispetto che vale anche in materia di apertura dei dati e di indicizzazione delle pagine contenute nella sezione Amministrazione trasparente.

Questo perché l’utilizzo di filtri o soluzioni similari che impediscono la ricercabilità ed il riutilizzo delle informazioni, è chiaramente contrario al perseguimento degli obiettivi generali della trasparenza amministrativa.

Il compito di vigilanza spetta a OIV ed amministrazioni proprio in quanto soggetti competenti ad attestare l’avvenuta pubblicazione dei dati.

La disponibilità dei dati in formato aperto è strettamente funzionale

  • non solo alla facilità di consultazione e riutilizzabilità
  • ma anche alla indicizzazione degli stessi

considerato il fatto che i dati pubblicati in formato non aperto ne impediscono la rintracciabilità tramite motori di ricercaweb.

Dati personali

In particolare, gli obblighi di pubblicazione dei dati personali diversi dai dati sensibili e giudiziari comportano la possibilità di una diffusione dei medesimi attraverso siti istituzionali.

Il loro trattamento segue modalità che ne consentono la indicizzazione e la rintracciabilità tramite i motori di ricerca web e il loro riutilizzo. Va sempre tuttavia considerato il rispetto dei principi sul trattamento dei dati personali.

In base alla normativa sopra richiamata vigono le regole generali dell’apertura dei dati e dell’indicizzazione delle pagine dell’Amministrazione Trasparente. Ad eccezione di taluni specifici accorgimenti da adottare in relazione alla pubblicazione di atti e documenti contenenti dati personali.

Come già detto, resta fermo il divieto di porre filtri alla loro rintracciabilità tramite motori di ricerca.

Tali regole sono strettamente connesse alla realizzazione della piena trasparenza amministrativa (che deve essere adottata anche nel settore dei Rifiuti) e alla effettiva disponibilità e riutilizzabilità dei dati pubblicati.

A questo link il testo completo della nota dell’ANAC.