Contenuto principale

Messaggio di avviso

CONTESTO DI RIFERIMENTO

Con la più recente Circolare n.3 del 1°ottobre 2018 il Ministro per la Pubblica Amministrazione ha sottolineato l’urgenza di attivare percorsi di transizione digitali negli Enti, sotto la guida del Responsabile per la Transizione al Digitale. L’obbligo di individuare un ufficio a cui affidare la transizione alla modalità operativa digitale, già sancito nel D.lgs n. 179/2016, è stato seguito negli anni da diversi progetti strategici attivati su impulso del Team per la Trasformazione Digitale:

  • Piano Triennale dell’ informatica;
  • Nuovo Codice per l’ Amministrazione Digitale;
  • Strumenti Innovativi del nuovo Codice degli Appalti;
  • Protocollo d’ intesa tra Corte dei Conti e Commissario Straordinario per l’attuazione dell’ Agenda Digitale;
  • Nomina del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione;
  • Disponibilità di tecnologie disruptive (reti 5G, blockchain, intelligenza artificiale).

Ad enfatizzare il ruolo del Responsabile per la Transizione Digitale è intervenuto anche il nuovo Piano Triennale dell’Informatica attualmente in vigore, il quale ne sancisce la centralità come <<un assunto che pervade trasversalmente tutti i capitoli del piano>> definendo obiettivi e percorsi specifici per i tre anni di competenza del documento.

La crescente attenzione delle istituzioni dimostra che quello in atto è un processo sistemico e continuo, nel quale tutti gli Enti locali, più o meno consapevolmente, sono già immersi.  

OGGETTO DEL SERVIZIO

Nell'ambito del contesto delineato si intende dare una risposta alle criticità dei Comuni nello svolgimento del percorso di transizione al digitale. Nello specifico, è stato messo a punto un servizio dedicato agli Enti del territorio che prevede:

  1. Inquadramento dell’Ente 
    • Analisi organizzativa e tecnologica;
    • Definizione dell’ agenda digitale sulla base di quanto emerso nell’analisi, indicante lo stato di maturità dell’ Ente e le priorità di intervento per la trasformazione digitale;
    • Supporto alla nomina del RTD dell’Ente se non già effettuata. Qualora l’Ente non abbia nominato un proprio responsabile per la transizione digitale, potrà ricevere un supporto nello svolgimento della nomina del RTD (condivisione di bozza di determina) e degli adempimenti correlati (supporto nell’aggiornamento dell’indice IPA).
  2. Percorso formativo sui temi prioritari della Transizione Digitale, con il coinvolgimento di esperti della materia.
  3. Supporto e assistenza consulenziale accesso alla community Workplace sulla transizione digitale.

Per maggiori informazioni sul servizio si rimanda alla presentazione di dettaglio in allegato alla presente scheda. Si segnala che il servizio prevede una soglia minima di adesioni al fine di garantire la sostenibilità del progetto, il cui dispiegamento prevede il coinvolgimento di esperti tematici.

Per necessità di confronto e approfondimento, rimane reperibile il coordinatore del CST Dott. Marco Albertini ai seguenti recapiti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

388.8335326

 

pdf Servizio supporto RTD CST (1.37 MB)